Accidia

Trilussa

Trilussa

In un giardino, un vagabonno dorme
accucciato per terra, arinnicchiato,
che manco se distingueno le forme.
Passa una guardia: – Alò! – dice – Cammina! –
Quello se smucchia e j’arisponne: –
Bravo! –
Me sveji propio a tempo! M’insognavo
che stavo a lavorà ne l’officina!