Strutture dell’unicità

Thich Nhat Hanh

 

Thich Nhat Hanh

 

Non sgridare gli uccellini.
Ci servono i loro canti.
Non odiare questo tuo corpo.
E’ l’altare per lo spirito dell’umanità.
I tuoi occhi contengono un universo infinito di bilioni di mondi
e le tue orecchie sovraintendono sugli uccelli,
le primavere, l’alta marea,
Beethoven, Bach, Chopin,
le grida della bimba
e la canzone che la culla verso il sonno.
Le tue mani sono fiori d’amore
che è bene che nessuno colga.
E la tua fronte
è il mattino più meraviglioso tra tutti i mattini.
Non distruggere la struttura della “unicità” dentro te.
Il grano, l’erba e la fragranza della notte
parlano chiaro in favore della pace.
So che una pallottola potrà colpire
il cuore dell’uccellino stamattina,
l’uccello che vuole celebrare con tutta la sua forza la vita.
Il grano, l’erba e la fragranza della notte
insieme con le stelle e la luna –
Tutti noi ce la stiamo mettendo tutta.
Stiamo facendo tutto ciò che possiamo
per mantenerti vivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.