Le querce di Gourdon

Sergio Gallo

 

Sergio Gallo

 

I see the oak’s bride in the oak’s grasp
Ted Hughes, Gaudete
Lungo i bordi della falesia
di fronte al mare nizzardo
nel vuoto quasi sporgenti
ardite e frugali s’ergevano
roverelle. Le pubescenti
foglie lobate, le cortecce
scabre scosse dalle folate
del pungente Mistral.
Da Nord-Ovest spirando
in egual misura sferzava
le profonde gole del Lupo,
il cammino del Paradiso e
– tra timo, lavanda, ginestre –
le deliziose case arroccate
sullo sperone di roccia.
E noi contemplanti sotto le querce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.