Fogli nel vento

Sonia Malcisi

Dei fogli che scivolano via

prendine uno e senza acredine

scrivici: “vediamoci ancora”.

Basta con le affinità elettive

I sogni a due

I treni persi per appuntamenti impossibili

le estenuanti attese.

Restano pochi fogli

per scoprirci lontani

dalle corse con i capelli al vento,

dalle mani intrecciate nei giochi d’amore.

Qui, se solo il vento soffia,

lascia che l’ultimo foglio resti

spartito nuovo

note strappate.

Ovunque è notte fonda

ma acceleriamo il passo

prima che sorga

anche per noi

mattino.