Sera

Pierluigi Cappello

Pierluigi Cappello

Lì se ne va, il raccoglitore di versi, il perdigiorno
dell’universo. Non rivela perché lo guidi
il suo senso intimo per lo sfavillio.
È positivo, assoluto nei riguardi della luna,
questa butterata alleata dell’universo.
Quel che si dice di lei, lo lascia indifferente.
È ritornato, ora scopre sulla terra
i crateri e i deserti. Nel suo eremitaggio tiene
la porta aperta, vive in incognito, rivolto a tutto. Traduzione di Gio Batta Bucciol


Poesia n. 332 Dicembre 2017
Durs Grünbein. Librazioni lunari e liriche
a cura di Gio Batta Bucciol