…di colpo la parola smarrimento…

Maria Attanasio

Maria Attanasio

…di colpo la parola smarrimento subito dopo l’altra
seicento -facili rime assonanze mi dicevo nel sonno-
affondando tra i liquami nel lazzaretto di Palermo
dove fui medico della Gran Corte -di nome Ingrassia-
con infusi alchimie salvavo dalla morte gli appestati,
l’anno dopo da ignota mano avvelenato a corte per invidia…
…morivo
a poco a poco risalendo tra le strade di Parigi sul finire
del secolo dei lumi Viva Saint Just! Viva Robesbierre!
Fu sentenza di morte. Sulla carretta verso la ghigliottina
domandai chi fossi al Capitano Giustiziere indicò
nel folto di una schiera un ragazzo imbottito di tritolo
in Palestina, e un’altra, lapidata…
…nel frattempo ero già morta…
Era la notte del diciannove giugno del 2002: non sapevo chi,
in quale modo ero.
da AMNESIA DEL MOVIMENTO DELLE NUVOLE
(ed. La VITA FELICE; Milano, 2003)