Su Bianca è caduta la neve

Luciano Somma

Luciano Somma

Bianca sa che il padrone non torna,
ma lo aspetta ugualmente.
L’ospedale è a due passi da lei
come il cibo che non vuol mangiare
perché la memoria sua è ferma
alla mano callosa ma buona
che la carezza la testa…
e ora che resta?
A che serve il Natale
(perché sa, lo ha capito
guardando un albero peno di luci
ch’è festa)
se il suo amico più caro non c’è?
Eppure lo cerca caparbia
nel viso di ogni passante!
Ma l’odore di chi amava tanto
è ormai troppo lontano.
L’aria attorno si è fatta di gelo.
Le si appannano gli occhi.
Su Bianca è caduta la neve.