le caldi estati

Luca Ariano

Luca Ariano

Le caldi estati Giggino…
mammà a bollire i pomodori
per l’inverno:
il pentolone di pasta
non basta mai per sfamare…
Sono fuggiti per non vedere
notabili obesi seduti
dietro un tavolino.
Sei scappato anche tu…
quasi per caso in uno scaffale
di un supermercato hai ritrovato
la pummarola… quel sapore.
Li hai rivisti lì i figli dei notabili
ingrassare dietro altri tavolini;
Teresa avrà avuto la tua età,
poco tempo fa, quèla fioèula
sgozzata… bruciata nel bosco
mentre frusciano scoiattoli.
Si alza un vento da scoperchiare
tetti, domani ti siederai al caffè
parlando di un Impero mai esistito.
da La Renault di Aldo Moro