voce

Leila Falà

Leila Falà

Senza preavviso la tua voce
mi risuona di colpo lenta lenta
– guardavo ferma la fuga delle mattonelle?
attendevo un bus? un pane dal fornaio?-.
proprio allora, proprio lei piano rinasce
la tua voce, sottovoce, nota a nota
non intera, sillabe affettuose
come cura interminabile
per un attimo mi sana, terapia
buona mollica per il cervello.
da “Oggetti” (canto per Ustica)