Cuore di strega

Judith Rodriguez

Judith Rodriguez

Guidando stasera nell’aria gelida
per affollare il ridotto ventoso del Comedy
andiamo a vedere una rossa battona che fa sorgere
undici nobili morti dalla tomba
undici signore che si erano divertite
e un secolo era passato dai loro funerali.
Oh!Cantavano bene e vivevano pienamente.
Fu l’incontro di una notte in una strada a fondo cieco
le raffiche sono fredde ed è buio nella strada
la grandine scende e la punteggia di bianco
e nella triste oscurità del Comedy
saremo quei nobili truffati e onorati
violentati e feriti,ubriacati e rapinati
buttati in prigione e morti e giovani che si lamentano,
quelle signore alte nel vento e nella pioggia
che le illumina e le prostra,
una battona dai capelli rossi racconta nel corso degli anni
che undici puttane morte mascherano la loro tristezza.

il cuore di strega canta con un volto esangue
e vive il trionfo di quel dolore

e quelli che amano e vivono sono ancora più donne
felici della loro gaiezza e potenza.