S’alza la tua voce

Josefa Parra

 

Josefa Parra

 

S’alza la tua voce, s’attorciglia e s’altera
serpente e vortice, s’impiglia ai miei capelli,
sale ancora, s’ingigantisce si aliena in ruggito
oscura il solito trillo o la parola.
C’è un altro nella tua voce. Io non conosco
quest’uomo che grida di piacere, delizioso straniero
che parla lingue angeliche sopra un letto impuro.

Lascia un commento