Notte (1944)

Ivan Nedkov Nivjanin

In una feroce notte di stelle come questa il nemico rabbioso sparerà su me:
lontano si udrà il latrato di un cane e io sarò abbattuto.

I compagni di lotta addolorati
mi copriranno di corone,
a guardia d’onore starà un drappello,
i combattenti si daranno il cambio.

Mia madre laggiù, nella nostra povera casa, avrà un segreto presentimento:
nel sogno girerà il fuso e il filo si spezzerà.

Si sveglierà in quell’istante e mai più riprenderà sonno:
desta cosi per tutta la vita
su me piangerà di dolore.

In una feroce notte di stelle come questa il nemico rabbioso sparerà su me:
lontano si udrà il latrato di un cane e io cadrò, dalle vene mi fuggirà il sangue.

I giorni passeranno. In un grande lavoro il nostro popolo sarà intento
ma di me serberà il ricordo
di me suo eroe, suo giovane poeta!

Ivan Nedkov Nivjanin
Nato nel 1919
Morto in combattimento
Il 28 maggio 1944