Ci attende in controverse latitudini

Hilde Kuhn

 

Hilde Kuhn

 

Ci attende in controverse latitudini.
Si mostra nell’abbraccio di un luogo
mai dislocato dall’io. Il ponte levatoio
carrucola negli anelli forgiati da quest’aria
che non rapprende promesse. La chiave
che apre ogni sé speculare è qui, nel colore dell’alba.
L’animula vagula blandula, attraversa la carne
e si offre restando accanto a un dentro,
preservandoci da un futuro qualunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.