Dmenga

Giovanni Nadiani

Giovanni Nadiani

a jj a s’ëi vest
as’ëi za vnu a ca?
ësr a là par clu ch’l’ariva
stê d’astê fêna ch’u s’fa bur…
(u s’fa mêl la schina
a fôrza d’stêr a cvd impalé
a fê d’segn a on ch’u n’ven)
se chj étar i ngn’è
nò a n’sen incion
e s’a i sen par tot
nò a s’finen coma
s’a n’fòsum mai sté a cve
ësar in cvel ch’a n’sen
in cvel ch’j è chj ètar…
Giovanni Nadiani(Cassanigo di Cotignola, 1954), da Feriae (Marsilio, 1999)
Domenica
ci sono si sono visti
sono già tornati a casa?
esserci per chi arriva
attendere finché farà buio…
(ci duole la schiena
per lo stare qui impalati
a far cenno a chi non viene)
se gli altri non ci sono
noi non siamo nessuno
e se ci siamo per tutti
noi ci consumiamo come
se non ci fossimo mai stati
essere in ciò che non siamo
in ciò che sono gli altri…