Il tuffatore (Prima di ogni epilogo)

Giancarlo Pontiggia

Giancarlo Pontiggia

Una svolta, fine, poi.
È quel poi che lo assilla.
Come ferve, dietro di sé, l’antico
bulicame delle cose. Buttarsi non
buttarsi. Un ramo oscilla
sul ciglio dell’occhio che precipita
in un’ardesia di fuoco,
immane
Giancarlo Pontiggia (Seregno, 1952), da Il moto delle cose (Mondadori, 2017)