O si fa per dire o è così e quindi lo si scrive

Giancarlo Majorino

Giancarlo Majorino

Egoismo, chiavica: tramuti
l’uomo in topo.
Ecco perché soffro senza pace,
senza che la mente aiuti:
è che tu meno amandomi, io pago
lo spossessamento,
come un taglio o caduta di capelli
miei miei, folti, belli.
E tu invece, staccandoti da me,
in cui t’impersonavi e t’incarnavi,
ricuperi completamente te.
Giancarlo Majorino (Milano, 1928), da Sirena (Guanda, 1976)