207 / 370

Gerardo Passannante

L’infimo stadio di una relazione
è certo quello in cui l’amore cessa.
Ché se crudele è il male che si rende
a chi una volta promettemmo gioia,
più delittuoso ancora
è domare un sentire irrequieto,
per rassegnarsi all’impoverimento
con cui, giorno per giorno,
la morte realizza dentro noi
il suo basso disegno.