Ovidio nel terzo Reich

Geoffrey Hill

Geoffrey Hill

Io amo il mio lavoro e i miei figli. Dio
è difficile, lontano. Le cose accadono.
Troppo vicina ai flussi antichi del sangue
l’innocenza non è arma terrena.
Ma una cosa l’ho imparata: non abbassare lo sguardo
fino ai dannati. Raggiungono nella loro sfera
una strana armonia con l’amore
di Dio. Io, di mio, ne celebro il coro amoroso.