LA ROSA SEPOLTA

Franco Fortini

Franco Fortini

Dove ricercheremo noi le corone di fiori
le musiche dei violini e le fiaccole delle sere
Dove saranno gli ori delle pupille
Le tenebre, le voci – quando traverso il pianto
Discenderanno i cavalieri di grigi mantelli
Sui prati senza colore, accennando. E di noi
Dietro quel trotto senza suono per le valli
D’esilio irrevocabili, seguiranno le immagini.
Ma il più distrutto destino è libertà.
Odora eterna la rosa sepolta.
Dove splendeva la nostra fedele letizia
Altri ritroverà le corone di fiori.
da UN’ALTRA ATTESA