Pallida sopra colli

Francesco d'Alessandro

 

Francesco d’Alessandro

 

Pallida sopra colli e
pioppi snelli, la luna
che tu guardi é sorella
alla candida nube che trascorre
e si perde. Sodale
di entrambe tu sei.
Come questa mutevole, hai di quella
la semplice grazia. Di loro
tu più cara mi sei,
Però più amara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.