Le nuvole

Francesco d'Alessandro

 

Francesco d’Alessandro

 

Intanto che la sera
pianissimo i rumori
della festa e le luci e
l’angustia per un ritardo
d’amore smorivani, da più
lievi brezze sospinte
sul campanile e le sette
……….. tra stupore
e meraviglia con
movenze eleganti e
pigrissime giunsero
le nuvole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.