Cuore di tigre

Fay Zwicky

Fay Zwicky

Il cuore della tigre (se cuore è)
S’acquatta nella gabbia
Lambisce l’aria affamata
Non chiede altro.

Orfeo canta da solo per dominare
La natura,placa la sua ira.
L’uccello più piccolo turbato,sì
Riscalda,i pesci volano sull’acqua,
Balzando a lui,vento e mare
Sono muti.Alberi e pietre
Marciano risoluti,sul fiume che scorre
Verso l’alto al canto soave
Saltano il gambero dorato,l’anemone.
L’agnello e il lupo punzecchiati
Dalla speranza,considerano il lato
Dell’amore placato,ma tutto è incerto.

La tigre si piega entro la gabbia
Aggirandosi famelica.
Non sentirà il canto.