(a lui stesso)

Fabio Donalisio

Fabio Donalisio

e fango è il mondo
forse un modo, un lutto
una possibilità di strada
anche vaga, vana
(…or not to be)
esistere contenti dei deserti:
resta questo oltre i collassi
gli sbagli e il tempo profondo
e (ovviamente, sì)
l’infinità vanità del tutto
Fabio Donalisio (Cuneo, 1977)