Parole nuove

Ernesto Calzavara

«Dormono tutte le cause chiuse nei loro chiusi
e le teste mozze degli Archetipi a terra stanno».
Così è stato detto in alto da quelli che sanno.
E noi cosa faremo?
Noi che non sappiamo leggere né scrivere
cosa diremo?
Balbetteremo parole nuove?
Chi ci darà in nuovi segni?
A B C D E …
come li metteremo di nuovo insieme?
Da fuori non verrà nessuno a salvarci.
Toccherà a noi arrangiarci
capitombolando
arrampicandoci
per i muri lisci
di questo pozzo della vita.
Per venircene fuori
da soli
per capire e capirci.
«I fiori della solitudine»
quelli che scrivono i poeti
nessuno li aiuterà a cercarli.
Non i preti delle Chiese
non i preti delle Università
né quelli del Governo
che ormai sono già a casa
ma i poveri cani
che si arrabattano
noialtri li troveremo.
E sveglieremo le Cause che dormono
per conto nostro e di tutti
e avviteremo le teste tagliate
sui loro colli diritti
e gli diremo a una a una
a una a una
PARLA.
da ANALFABETO