Biografia

Edmondo De Amicis

Edmondo De Amicis

Sotto una fitta grandine di zeri
Piantò a vent’anni il corso liceale,
E recitò; — ma la platea brutale
Lo caricò di mille vituperi.
Allora s’arrolò nei bersaglieri,
E n’uscì dopo un anno d’ospedale;
Sonò il flauto, giocò, fece il sensale,
Tutte l’arti tentò, tutti i mestieri.
Servì poi da copista un letterato
Che lo cacciò per mala ortografia,
Tentò di strangolarsi, e fu salvato;
Ottenne un posto allor di segretario,
Rubò, fuggì, cantò, fece la spia,
E poi fondò un giornale letterario.