Veneziana

Diego Valeri

Diego Valeri

La biondina è sul balcone,
capo chino, ciglia basse,
tra le pallide erbe grasse
e il geranio vermiglione.
L’aria, i muri, il rio deserto
nel crepuscolo che muore
sono fisi al nuovo fiore
che Iassù risplende aperto.
Lei però non ne sa nulla:
monda attenta il suo giardi
ciglia basse e capo chino.
(Lei non è che una fanciulla
Ora par che all’improvviso
l’abbia alcuno nominata.
Guarda intorno trasognata,
leva al cielo il bianco viso.
Gli occhi d’oro van cercande
qualche ignota strana cosa
nella luce dubitosa
del crepuscolo amaranto.
Ma nel cielo non c’è nulla;
spenti i muri, chiuso il rio
nel suo cupo dondolio.
(Lei non è che una fanciulla.)