Il gioco infinito

Daniele Bollea

Non so se è o sarà
se esiste un aldilà,
o solo il vuoto in cui,
come noccioli spersi,
ci si diradi spenti
in oscuri universi.
Ma vivere è un gioco
senza fine,
un solitario che si
svolge in compagnia,
ogni arresto è mortale
e vince chi continua.
Possibile che messi fuori
prima del limite
non possiamo neanche
seguire il seguito in panchina.
Ma togli dalle regole la morte
e addio partita.
Lasciamo il campo
come ultima chance,
perché continui il gioco
noi moriamo, ma è lui che vive
e ci somiglia e muore.
Il giocatore è il gioco
e insieme ce ne andiamo
Da fammi veder le stelle