riesamino i segmenti

Clery Celeste

Clery Celeste

Riesamino i segmenti
rigidi di noi come shanghai sul tavolino
e butto via ogni anno
come strappo i petali della margherita
“eri vero, eri falso” è un gioco
poco felice
ti faccio a pezzi dentro
prima la mano che teneva la mia
poi il petto e parto seguendo
la traccia delle vene
risalgo alla radice
il cuore non lo trovo.
Testo tratto da “La traccia delle vene” (Ed. Lietocolle – Pordenonelegge, 2014).