6 aprile

Chiara Bernini

Chiara Bernini

E’ arrivata con le solite pose
La primavera sempre uguale come il natale
A sanare gli strappi e gennaio
Se ne è andato anche lui in sordina
La samarcanda delle stagioni continua
A far festa innocenta e sporca
Le poche convinzioni che abbiamo inventato
In fretta -posticce carezze e abbracci sempre meno-
Ma qui si continua a far danza.