I quattro elementi

Chiara Bazzani

Chi a iniziato per primo? Forse io quando ti ho scelto
Ma ti ho veramente scelto, o non eri tu
già lì ad aspettarmi, nel vento,
prima del tempo?
In un continuo ripetersi di azioni
prigioniere, che già conosco
ti cerco.
Templi di memorie
scavati dai moti perpetui della mia coscienza,
contengono tutti i pensieri;
come cerchi concentrici sulla faccia dell’acqua
si ripetono perfetti e uguali,
sempre più separati, indifferenti fino a svanire
Silenzio in Terra, dopo tante parole,
per te che non volevi ascoltare.
Silenzio ora, anche per me.
Silenzio per riposare.
Come una spugna arsa dal fuoco
il mio cervello esausto non stilla più
una sola goccia di spirito, i miei occhi
non una goccia di pianto.
Versate tutte le lacrime
non mi resta che cercare nuove immagini di me
riflesse su altri volti. Fammi andare via,
lontano,
lontano, lontano
a ricominciare
(inedita)