Poco lontano dai rifugi in pietra

Bruno Galluccio

Bruno Galluccio

Poco lontano dai rifugi in pietra
l’efficienza si svolge, si pone in vista disinvolta
ma al suo fianco ancora
trema la difformità
e il sole non ha spazio.
Lungo i lumi della sera
l’aggressione poi si scioglie
e va verso il suo mare
e l’abitudine remota
si riscopre salva
sorridendo quietamente.
Nel silenzio
l’universo torna a riflettersi in se stesso
a immaginarsi.
Bruno Galluccio (Napoli) da Verticali (Enaudi, 2009)