Frammenti di Palestina

Ildo Cigarini

Ildo Cigarini

Sotto la crosta della terra
pulsa nella stessa vena
il sangue e il sacro
e lo spirito si fa denso
inestricabile groviglio
di passione e fede.
Non basta una vita
per capire questa notte
impastata di dolore e preghiera
e nulla che nei libri è scritto
servirà a dare pace
allo nostra anima dolente.
Dalla silloge “Libere fiamme”(2011)

Tarek o della speranza

Ildo Cigarini

Ildo Cigarini

Nella grotta
scavata dal tempo
hai aperto le braccia
e lui ti ha donato
il sonno.
Sonno lieve,
sereno.
Non ha capito chi eri
E perché eri lì
ma ti ha offerto
il suo cuore di bambino.
Tienilo stretto amico mio
che il tempo fugge
e tu
hai ricevuto un dono.
Dalla silloge “Libere fiamme”(2011)

prima dell’alba galleggia il sonno

Ildo Cigarini

Ildo Cigarini

Prima dell’alba galleggia il sonno
sull’ultimo sogno strappato al buio
nell’aria viziata da troppi respiri
la luce è nell’ombra come un suono
in attesa che torni nel nuovo giorno
una parola conosciuta e disarmata
e sale improvviso il canto delle ombre
a riempire di sé ogni pensiero.
Dalla silloge “In una notte bianca”(2014)

La paura di tutta una vita

Ildo Cigarini

Ildo Cigarini

La domanda nei tuoi occhi
Si era fatta risposta.
Le mani leggere come l’aria
il viso scavato
ormai senza tempo.
Il corpo piegato al vento
esile reggeva
solo un grumo di memoria.
Sapevi e non volevi
capivi e non chiedevi
ma il respiro
tratteneva il pianto.
In un sussulto
La tua mente trovò il coraggio:
avevi paura
sì, una paura grande,
come tutta una vita.
Dalla silloge “Gli stati dell’anima”(2009)

molti altri sono partiti

Ildo Cigarini

Ildo Cigarini

Molti altri sono partiti nel silenzio delle loro parole
altre vite raccolte in quel peregrinare in notti di luce
dove a risplendere sulle lontane strade disselciate
erano i sogni lasciati a tracciare mappe umane
molti sono partiti dimenticando i corpi
rinsecchiti accanto al fuoco spento della vita
ascoltando i pochi battiti rimasti e cercando di capire
dove finiva la lunga strada tra la terra e il cielo
e molte ombre ho incontrato sulla strada di casa
piccole fiamme rimaste a illuminare il mio cammino
ma il vuoto è una domanda senza risposta
l’eco di una voce che si perde nella stanza
un dialogo tra me e questa notte bianca che raccoglie
le parole di un silenzio che mette paura.
Dalla silloge “In una notte bianca”(2014)