Appuntamento

AHMAD SHĀMLOU

AHMAD SHĀMLOU

Oltre i confini del tuo corpo ti amo.
Dammi gli specchi e i bramosi pipistrelli
la luminosità e il vino
l’alto cielo e l’arco largo del ponte,
gli uccelli e l’arcobaleno dammi!
E ripeti l’ultimo brano
nella tonalità che suoni.
….
Oltre i confini del mio corpo
ti amo.
In quel lontano fuorimano
dove la missione dei corpi si compie
e fiamma e brama, battiti e suppliche
interamente
si calmano
e ogni significato abbandona lo stampo dei termini
come uno spirito
che abbandona il corpo alla fine del viaggio,
all’assalto finale degli avvoltoi …
….
Negli aldilà dell’amore
ti amo,
oltre il telo e il colore.
Nell’aldilà dei nostri corpi
fissa un incontro con me!

Due fantasmi

AHMAD SHĀMLOU

AHMAD SHĀMLOU

Radici nella terra
Radici nell’acqua
Radici nel grido.

La notte degli spiriti è ricolma del silenzio
e delle mani che scacciano gli spiriti
e delle mani che a distanza
lontano sparpagliano gli spiriti …

Due fantasmi nelle tenebre
fino ai limiti della stanchezza hanno danzato.
Noi abbiamo danzato
fino ai limiti della stanchezza, abbiamo danzato.
Due fantasmi nelle tenebre
in una danza magica, le stanchezze hanno mostrato.
Noi abbiamo danzato.
Noi abbiamo mostrato le stanchezze.

La notte degli spiriti del silenzio
è ricolma
le radici
del grido e
le danze
della stanchezza.

L’ora dell’esecuzione

AHMAD SHĀMLOU

AHMAD SHĀMLOU

Nel chiavistello della porta girò una chiave
Tremò sulle sue labbra un sorriso
come la danza dell’acqua sul soffitto
dal riflesso d’un raggio di sole
Nel chiavistello della porta girò una chiave

Fuori
il bel colore dell’aurora
come una formica sperduta
cercava girovagando sui fori della canna
ansimante, la sua casa…
….
Nel chiavistello della porta girò una chiave
danzò sulle sue labbra un sorriso
come la danza dell’acqua sul soffitto
dal riflesso d’un raggio di sole

Nel chiavistello della porta girò una chiave.