A vita

Antonio de Curtis (Totò)

Antonio de Curtis (Totò)

‘A vita è bella, si, &è stato un dono,
un dono che ti ha fatto la natura.
Ma quanno po’ sta vita è na sciagura,
vuie mm’ ‘o chiammate dono chisto ccà ?
E nun parlo pe me ca, stuorto o muorto,
riesco a mm’abbuscà na mille lire.
Tengo ‘a salute, e, non faccio per dire,
songo uno ‘e chille ca se fire ‘e fà .
Ma quante n’aggio visto ‘e disgraziate:
cecate, ciunche, scieme, sordomute.
Gente ca nun ha visto e maie avuto
nu poco ‘e bbene ‘a chesta umanità .
Guerre, miseria, famma, malatie,
cristiane addeventate pelle e ossa,
e tanta gioventù c’ ‘o culo ‘a fossa.
Chisto nun è nu dono, è ‘nfamità .