Perfieria (II)

Antonia Pozzi

 

Antonia Pozzi

 

Lampi di brace nella sera:
e stridono
due sigarette spente in una pozza.
Fra lame d’acqua buia
non ha echi
il tuo ridere rosso:
apre misteri
di primitiva umanità.
Fra poco
urlerà la sirena della fabbrica:
curvi profili in corsa
schiuderanno
laceri varchi nella nebbia.
Oscure
masse di travi: e il peso
del silenzio tra case non finite
grava con noi
sulla fanghiglia,
ai piedi
dell’ultimo fanale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.