Ci fu un tempo (infanzia)

Ana Rossetti

 

Ana Rossetti

 

Ci fu un tempo,
tempo dell´invenzione e dell´errore,
in cui la solitudine era uno splendido e spaventoso
esilio, in cui cospirare contro la lezione che non
si voleva apprendere e spiare il mistero che si voleva
estorcere. Era una grotta umida che imbrigliava la luce tra le felci,
era l´angolo dei castighi dove le lacrime nascoste
levavano, finalmente, la loro sovranità,
era l´incubo che soffiava imprigionato in un´alcova
sconosciuta,
o un cuore ripiegato nel suo nascondiglio che tramava
appuntamenti e vendette, ribellioni e segreti proibiti.
Era il tempo dell´infanzia e la solitudine accendeva il suo
bengala dietro lo scudo impenetrabile del silenzio.
E il punto ombroso dove riparava era solo
l´incantato rifugio al suo splendore irriducibile e glorioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.