Ci fu un tempo (adolescenza)

Ana Rossetti

 

Ana Rossetti

 

Ci fu un tempo in cui l´amore era
un intruso temuto e atteso.
Uno sfiorare clandestino, premeditato, rielaborato
in insopportabili veglie.
Una confessione audace e confusa, corretta mille
volte, che mai sarebbe giunta al dovuto compimento.
Un´incessante e tirannica inquietudine.
Un galoppare repentino del cuore, ingovernabile.
Un continuo lottare contro la spietata precisione
degli specchi.
Un´intima difficoltà nel distinguere l´angoscia dal
piacere.
Era un tempo adolescente e indefinito, il tempo
dell´amore senza nome, quasi senza volto, che errava,
come un bacio promesso, lungo il punto più ombroso della
scala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.