delle sere d’estate in Lombardia

Alessandro Manzoni

Alessandro Manzoni

ho una nostalgia infinita quasi dolorosa
delle sere d’estate in Lombardia
i nostri laghi la mia Milano
sole che tramonta sul Parco
via della Moscova tutta dorata fino
in fondo ai Giardini dall’asfalto
il fiato caldo del catrame si alza
qui invece seduto su un tronco
solo in mezzo ad una boscaglia
a guardare l’immensa pianura gialla
aspettando l’attacco del nemico
anche la cartolina di Giorgio da Canzo
ripete un tramonto sul lago del Segrino
quanti punti ricordi
la littorina il campo sportivo
forse non vi vedrò più
sospiro a una formica
mi sale piano sul braccio
non sa mica che potrei ucciderla