Cascata

Ada Negri

Ada Negri

Da che eccelse scaturigini tu nasci,
O cascata impetuosa?…
Rimbalzante sulla china perigliosa,
Tu scrosciando volgi al mar;
Spumi, brilli, ridi, spruzzi, e niun t’arresta
Ne la corsa secolar.
*
Da che eccelse scaturigini tu nasci,
O pensiero zampillante?
A te beve, secco il labbro e il petto ansante,
L’assetata umanità;
In te il sole si rispecchia, e niun t’arresta
Ne l’immensa eternità.